fbpx

Come leggere il libretto, rispettare i limiti e evitare sanzioni per sovraccarico

Lo sappiamo, partire per le ferie, per un viaggio di settimane o solo per qualche giorno, soprattutto all’inizio, quando siamo ancora un po’ “inesperti” non è per nulla facile.
Decidere che cosa portare con sé e cosa lasciare a casa, attanagliati dal dubbio che si possa tralasciare qualcosa di importante, è un’esperienza attraverso cui tutti siamo passati. Nessuna paura, oggi vi spieghiamo cos’è il peso a pieno carico del camper, come leggere il libretto che indica il valore massimo e i limiti di tolleranza per evitare sanzioni.

Se l’argomento vi interessa, in questo articolo, invece, troverete qualche consiglio su come ridurre il peso e risparmiare viaggiando in camper.

Quanto pesa un camper a vuoto (come uscito di fabbrica)?

Questa è certamente la prima domanda che tutti noi ci poniamo. Il problema è che non esiste una risposta univoca. Il dato dipende dalle dimensioni, dal tipo di allestimento, dai materiali usati. Insomma, partiamo molto male.
Scherzi a parte: alcune statistiche indicano che una media può attestarsi attorno ai 2500kg, ma questo dato lascia il tempo che trova.

Esiste, allora, un valore esatto su cui possiamo fare riferimento? No, ma a noi deve importare poco, cerchiamo di capire perché!

Il peso a vuoto del camper è detto anche tara ed indica la massa del veicolo quando c’è a bordo il conducente, il serbatoio del carburante è pieno e tutti i liquidi lubrificanti e di raffreddamento sono correttamente a livello. Anche la ruota di scorta è compresa in questo calcolo.
Purtroppo difficilmente le case produttrici e gli allestitori comunicano un dato preciso e moltissimi esemplari escono di fabbrica già prossimi al limite di peso per circolare secondo i termini di legge.

Aspetta un attimo…ma allora c’è un limite preciso cui richiamarsi?
Sì, ma esso è il peso del camper a pieno carico, o meglio: la Massa a Pieno Carico o Peso Totale a Terra.
Scopriamolo assieme.

Quanto pesa un camper a pieno carico?

Il peso a pieno carico di un camper, detto più tecnicamente Massa a Pieno Carico (MPC) o Peso Totale a Terra (PTT) è il peso massimo consentito affinché il veicolo possa circolare. Esso è riportato sul libretto (carta di circolazione) e non può essere superato per più del 5% (con arrotondamento ai 100kg superiori).

Per la patente B la MPC massima consentita è 3500kg.

Data la tolleranza del 5% (175kg) e l’arrotondamento al centinaio superiore, otteniamo che possiamo superare questo valore di 200kg.

Per non essere in contravvenzione ed evitare multe, insomma, è necessario non sforare i 3,7 quintali (3700kg)!  ATTENZIONE: stiamo parlando dell’Italia!

Se sul libretto la MPC è superiore a 3500kg è necessario, per guidare tale veicolo, una patente superiore alla B. Potete dunque aggiungere certamente tutto il carico che vorrete, sino a raggiungere, mettiamo, i 5000kg segnati nella carta di circolazione, ma senza una patente adeguata non sarà possibile circolare. Entra qui in campo il concetto di portata.

Che cos’è la portata del camper?

La portata del camper è esattamente il parametro che indica la capacità di trasporto che ha il nostro mezzo, ovvero tutto ciò che noi aggiungiamo al peso a vuoto di cui sopra. Insomma: il camper esce di fabbrica, gli si fa il pieno, si controllano i livelli e si mette il conducente alla guida. Questo è il peso a vuoto.
Poi si inizia a dotarlo di accessori, coperte, cibo, biciclette etc.., si riempiono i serbatoi delle chiare, si stipa tutto il possibile nei gavoni. Tutto questo è la portata del camper e la formula per calcolarla è:

Portata = MPC (massa a pieno carico) – Tara (peso a vuoto)

Come calcolo il peso del mio camper?

Ora che abbiamo spiegato i concetti fondamentali sappiamo che il peso a pieno carico (detto anche MPC o PTT) massimo consentito (per patente B) è di 3700kg (tolleranze comprese!).

Come facciamo a sapere quanto pesa il nostro mezzo?

Beh, è semplicissimo: prepariamo tutto per il viaggio, riempiamo i serbatoi (gasolio e acqua), facciamo accomodare tutti i passeggeri e ci rechiamo presso una pesa pubblica.
Se sforiamo il dato sopra riportato, sarà necessario rinunciare a qualcosa.
Molto interessante, in questo senso, è l’articolo di Camperlife in cui è possibile reperire una tabella che riassume il peso medio degli accessori che, normalmente, portiamo con noi in viaggio.
Sarà difficile scegliere, lo sappiamo, ma le multe sono spesso salate, per non parlare dei rischi che ciò comporta per la nostra e l’altrui sicurezza!
L’utilizzo di un carrello appendice, la cui massa viene calcolata in maniera separata rispetto al corpo principale del mezzo, potrebbe essere un escamotage da prendere in considerazione, fatti salvi gli ingombri maggiori e le possibili difficoltà alla guida.

Un altro metodo per non errare potrebbe essere il seguente: ci rechiamo alla pesa pubblica con il serbatoio del carburante pieno e tutto l’equipaggio a bordo, prima di aggiungere ciò che vogliamo con noi per lo specifico viaggio che stiamo per intraprendere. Nel nostro camper deve essere quindi presente tutto ciò che non togliamo mai perché indispensabile.
La differenza tra i 3700kg e il peso restituitoci dal rilevatore ci dirà quanto margine di carico residuo ancora possediamo. In questo modo non dovremo perdere ulteriore tempo per scaricare ciò che avevamo precedentemente stivato.

Ovviamente, in ogni caso, prima di metterci in marcia, è necessario controllare di non aver mancato i calcoli, facendo nuovamente una capatina alla pesa.

Come leggere il libretto per conoscere la massa a pieno carico del camper?

Il discorso, in questo caso e per quanto riguarda il dato che a noi interessa, è semplicissimo: apriamo la carta di circolazione e cerchiamo, nel secondo quadrante, la lettera F2.

Il dato è espresso in kg e indica, appunto la Massa a Pieno Carico massima ammissibile in servizio.

peso massimo consentito libretto di circolazione

Questo sarà il parametro che dovremo tenere in considerazione.
Per ulteriori approfondimenti sulla lettura della carta di circolazione rinviamo a questo esaustivo articolo di autoblog.it

Limiti di peso in Italia e in Europa

In Italia la MPC massima consentita è normata  dall’Articolo 167 del Codice della Strada e prevede, come già affermato, una tolleranza del 5% sul valore indicato alla lettera F2 della carta di circolazione.

Nel resto d’Europa i limiti sono soggettivi e variano di paese in paese. Tra i più restrittivi vi sono la Svizzera (3% che però dipende dalla possibilità che si riconosce allo strumento di sbagliare, non da una reale tolleranza al sovrappeso) e l’Austria (fino al 2% nessuna multa, poi, a seguire: fino a 5% 35 €, fino a 10% 70€, fino a 20% 140€, fino a 30% 210€).

Conclusioni

Abbiamo conosciuto i parametri fondamentali: Massa a Pieno Carico, peso a vuoto ( o tara ) e portata.

Abbiamo capito che, almeno in Italia e con patente B, non dobbiamo sforare i 3700kg complessivi (tolleranze comprese: il valore ufficiale, ribadiamolo, è 3500kg) ma che, se ci rechiamo in stati esteri, questo valore varia a seconda delle normative nazionali.

Prima di mettersi in viaggio è, dunque, sempre opportuno contattare i consolati degli stati presso cui ci si vuole recare per conoscere le leggi relative alla circolazione e non rischiare addirittura denunce penali (come accade in Svizzera se il sovrappeso è superiore a 100 kg ed eccede il 5% del peso complessivo ammissibile).

Nessuna paura, comunque, tutto questo iter sembra molto complicato, ma, a conti fatti, una volta che avremo preso la mano, preparare il nostro mezzo senza eccedere sarà molto più facile di quanto possa sembrare!
Certo, dovrete imparare a giocare a Tetris, ma questa e tutta un’altra storia! 😉

Buon viaggio con Camper Go!